AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

A nivarata, il festival della granita

di Mariateresa Calabretta, Alessia Di Pietro, Chiara Racalbuto e Angelo Sarra Fiore

La manifestazione si svolge da tre anni ad Acireale ottenendo un grande successo di pubblico. Protagonista una delle icone della Sicilia




Successo di pubblico e di presenze per la Nivarata, il festival della granita siciliana che si è svolto ad Acireale durante il primo fine settimana di giugno. Giunta alla sua terza edizione, la Nivarata ha celebrato, anche quest’anno, con degustazioni, incontri a tema e dimostrazioni di chef locali ed internazionali, quella che da sempre è stata un’icona della Sicilia e della genuinità dei suoi prodotti: la granita.

La tre giorni è stata un’occasione per ricordare le tradizioni, per raccontare ai più giovani di quando la granita si preparava con la neve dell’Etna, e per diffondere la buona abitudine del cibo genuino preparato con prodotti freschi e controllati. L’iniziativa ha puntato particolarmente sul valore culturale della granita, diventata nel tempo simbolo della Sicilia nel mondo e ristoro durante gli afosi giorni estivi.

La gara tra i gelatieri, che ha fatto da fil rouge all’intera manifestazione è stato un espediente per scoprire, attraverso il gioco, ora le peculiarità che la granita assume a seconda della zona di preparazione, ora per riscoprire i gusti tradizionali o sperimentarne di nuovi, o per conoscere il territorio da cui gli ingredienti provengono e le sue ricchezze naturali e artistiche.

Sulla scena gelatieri locali ed internazionali, tra cui Seb Cole, gelatiere di Brighton che nell’autentico stile dello scambio culturale ha portato i gelati e i prodotti del Sussex e ha appreso le tecniche siciliane che esporterà insieme ad i nostri prodotti tipici. La Nivarata è ormai un evento di grande portata, non facile da realizzare. Un’iniziativa che, senza l’ausilio di finanziamenti pubblici ma grazie all’impegno degli organizzatori, intende continuare a fare di più per portare un ulteriore risultato sul territorio.