AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Al via la Notte Europea dei Ricercatori 2018

di Mariateresa Calabretta

Tutto pronto per la festa della scienza, Catania sta per vivere la lunga Notte dei Ricercatori e scoprire la ricerca scientifica e i suoi protagonisti


Sono oltre 80 gli eventi che venerdì 28 settembre animeranno 17 luoghi della città in occasione di SHARPER (SHAring Researchers’ Passions for Evidences and Resilience) la Notte Europea dei Ricercatori, presentata ufficialmente ieri.

I protagonisti della ricerca scientifica sono pronti a mostrare alla città il proprio lavoro attraverso laboratori aperti, esperimenti, conferenze scientifiche, visite guidate, mostre, concorsi, stand espositivi, spettacoli di scienza, sport e musica. I temi trattati saranno i più vari, dalla fisica alla medicina alla biologia alla vulcanologia e ancora informatica astrofisica nanotecnologie e tanto altro. Altrettanto vari saranno i luoghi: da piazza Università al quartiere San Berillo, dal Castello Ursino al Monastero dei Benedettini, dall'Orto botanico alla Cittadella universitaria con i Laboratori Nazionali del Sud, l'Osservatorio astrofisico e il dipartimento di Chimica, fino ad arrivare in cima all'Etna a piano Bottara (1300 m.s.l.m.). 

A partire dalle 16:00 prenderanno avvio le diverse attività previste. 

Piazza Università, diventerà una fucina di scienza cielo aperto. Negli stand che riempiranno la Piazza i ricercatori mostreranno al pubblico gli aspetti più inediti o le ricadute sulla vita di tutti i giorni delle proprie ricerche. Al Palazzo centrale dell'Università e a Palazzo Sangiuliano, invece, sarà visitabile la mostra "I musei alle radici della ricerca" e partecipare a laboratori interattivi per fare un viaggio nel Mediterraneo, scoprire la biodiversità o svelare i segreti della Fisica in cucina.

Città della Scienza, in via Simeto, sarà teatro di un'insolita scena del crimine, i volontari potranno calarsi nei panni della squadra di "CSI" grazie al laboratorio "Crime scene analysis", in cui, con l'aiuto degli esperiti, si potrà simulare l'acquisizione dei dati della scena del crimine. Per chi preferisce altre attività sarà possibile incontrare robot e droni, giocare con FunGO, un video gioco per "giocare" con le funzioni matematiche, scoprire soluzioni tecnologiche per la disabilità o imparare qualcosa in più su allergie, intolleranze, malattie respiratorie, alimentazione e rischi cardiovascolari, consultando gli articoli degli esperti.

Nell'anno Europeo del Patrimonio Culturale SHARPER non poteva non passare dal Monastero dei Benedettini, la monumentale cornice offrirà l'occasione per dimostrare l'applicabilità della tecnologia informatica e fisica alla ricerca storico artistica. Ci sarà spazio, inoltre, per mostrare al grande pubblico gli strumenti e i laboratori della ricerca umanistica, in bella mostra nella sala lettura della biblioteca. 

I bambini che vogliono muovere i primi passi nel "magico" mondo della scienza potranno visitare i Laboratori Nazionali del Sud, che dedicheranno l'intero pomeriggio a loro con attività sportive, visite guidate alla scoperta dell'acceleratore di particelle o dei protoni. Percorsi tematici sono riservati anche agli adulti.

La notte dei ricercatori vivrà anche in luoghi lontani dal mondo accademico: la metropolitana di Catania ospiterà Metro di Scienza, a partire delle 16:00, nelle stazioni Milo e Giovanni XXIII si terranno, tra l'altro,  spettacoli divulgativi, talent-show, mini talk scientifici, un gioco a premi e la più grande festa del disegno al mondo (The Big Draw Festival "I colori della scienza"). In Piazza Goliarda Sapienza (Vicolo delle Belle) saranno allestiti stand per lo svolgimento di esperimenti per grandi e piccoli, passando dallo slime per arrivare alle nanotecnologie e ai nanomateriali, sarà allestito uno speaker corner per parlare di come sia la vita del ricercatore e, infine, sarà illustrata la mappa geoculturale del quartiere San Berillo.

Il programma completo di tutti gli eventi previsti è scaricabile dal sito di SHARPER


Vedi anche