AntropologiaArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Arriva la quarta edizione di “Ursino Buskers”

Quattro giorni di arte, musica, giochi e magia, gratuiti e per tutta la città: da giovedì 14 a domenica 17 settembre

La parata cittadina degli artisti di Ursino Buskers Festival 2017 segna, come accade ormai da quattro anni, l’inizio della grande festa che riempie di vita, luci, colori e meraviglia 15mila metri quadrati del centro storico etneo. Con quattro aree di spettacolo tematiche e quattro collaterali dislocate tra piazza e strade dell’antico quartiere del Castello Ursino, tutte da riscoprire. 

Quaranta compagnie e artisti provenienti dal Giappone alla Svezia, dalla Puglia al Trentino, più di 50 spettacoli gratuiti al giorno; 20 workshop per adulti; due giorni di laboratori e spettacoli per bambini; street market; esposizione ed estemporanea d'arte; street food & beverage; 60 attivisti coinvolti nell’organizzazione. Questo e molto di più è il Festival Ursino Buskers, dal 14 al 17 settembre 2017, organizzato dall’associazione culturale Gammazita con il patrocinio del Comune di Catania.

Il Festival internazionale di Arti di strada che dal 2014, ogni terzo weekend di settembre, per tre giorni anima il centro storico di Catania con giocolieri, circensi, musicisti, attori, acrobati e saltimbanchi, artisti provenienti da tutto il mondo. In una sola parola buskers.

La parata

Una stravagante Parata cittadina, capitanata dalla Piccola Scuola Popolare di Percussioni "Sambazita" diretta da Manola Micalizzi, invaderà le vie centrali di Catania per regalare allegria, colori e spettacolo a chiunque s’imbatterà nella festosa banda di Ursino Buskers 2017. L’appuntamento è fissato per giovedì 14 settembre con partenza alle 17.30 da villa Bellini per percorrere le vie del centro fino ad arrivare sotto il Castello Ursino, a Piazza dei libri, per dare il via alla Festa a suon di rockabilly con il concerto dei DannyD and the Hot Billies.

Il programma

Il Festival di Arti di strada sarà inaugurato alle 19 di venerdì 15 settembre e proseguirà fino a notte con gli spettacoli dei 40 artisti protagonisti di Ursino Buskers. Il sabato 16 e la domenica 17, invece, dalle 17 alle 19.30 si terrà anche “Ursino Kids”, il cartellone di laboratori e spettacoli dedicati ai più piccini e alle famiglie: due spettacoli di teatro di figura le marionette di Ezio Scandurra e i burattini della Compagnia Calze Braghe; il “Piccolo Circo Gammazita”, lo spettacolo dei giovanissimi giocolieri in erba della Scuola Popolare di Circo Sociale GAPA/Gammazita/Midulla; l’immancabile spettacolo di Pupi Siciliani a Piazza Maravigna, là dove sorge la storica Bottega del Puparo de La Marionettistica Fratelli Napoli; e ancora tanti laboratori: filastrocche e canti popolari, percussioni, creatività manuale, circo sociale, capoeira, lotta greco-romana e avventura sulla slack. Dalle 20 in poi di entrambe le sere si prosegue con i 50 spettacoli del cartellone di UBF 2017 e domenica 17 settembre 2017 si conclude con il Gran Galà che vedrà gli artisti principali del Festival riuniti davanti al Castello Ursino in un unico, imperdibile, spettacolo. Diverse le novità della quarta edizione del Festival: «La più bella novità di quest’anno - dichiarano gli attivisti dell’associazione Gammazita - è l’ingresso nel cast artistico dei “CARA’s free spirits”. Un gruppo di artisti, ragazzi e ragazze che soggiornano al centro di accoglienza di Mineo. Un collettivo composto da musicisti, ballerine e ballerini che si esibirà in uno spettacolo di danze e musiche alle 19 di sabato 16 settembre nella postazione centrale Circus, davanti al Castello Ursino.

Oltre alla magia degli spettacoli buskers, il Festival è arricchito da un esteso street market, street food e da estemporanee ed esposizioni d’arte. Tutto il Festival prevede la partecipazione rigorosamente gratuita del pubblico, con contributo finale “a cappello” come da autentica tradizione buskers ad esclusione dei laboratori e dei workshop che prevedono un piccolo contributo per gli artisti.

Arti visive e plastiche

Altra novità è la forte impronta artistica di questa edizione del Festival. Non solo arti di strada, ma anche arti visive e plastiche: l’edizione 2017, dalla grafica agli allestimenti, è caratterizzata dall’intervento di artisti siciliani che gratuitamente hanno realizzato delle opere per il Festival. Le illustrazioni che caratterizzano l’immagine sono del pittore nisseno Lorenzo Maria Ciulla rielaborate graficamente da Miriam Catania e Marco Crimi; tra gli allestimenti c’è l’abile tratto della pittrice di carretti Alice Valenti mentre la quasi totalità delle installazioni sono firmate da Serena Catella e dai ragazzi del laboratorio di scenografie UBF2017, un lavoro lungo tre mesi che riempie di luci e colori le piazze e le strade del quartiere durante l’evento. A tutto questo si aggiunge l’esposizione di illustratori, fotografi e pittori, che arricchirà il programma del Festival.

Workshop

Il Festival è anche un’occasione di scambio e di crescita per artisti e principianti con i workshop formativi che quest’anno spaziano dall’acrobatica all’aerea, dal tamburo a cornice siciliano alle danze ungheresi, passando per svariate discipline circensi, la rue cyr, la corda liscia, il tip tap e chi più ne ha ne metta, tenuti dagli stessi artisti del Festival e che si concluderanno il 21 settembre. 

I luoghi

Le aree di svolgimento del festival saranno: il frontale del Castello Ursino con il Circo contemporaneo e l’Aerea; Piazza dei Libri/Gammazita, con la musica live; piazza Maravigna con il Circo contemporaneo e il Fire Show; piazza Magazzini con il Teatro di strada e il cabaret; ed ancora tutte le postazioni collaterali da scoprire passeggiando per il quartiere.

Pagina Facebook -  Evento Facebook