AntropologiaArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Catania Film Fest - Gold Elephant World, i 13 film in concorso

di Alfio Russo

Annunciati i tre film e i dieci cortometraggi in gara per la sesta edizione del festival che si svolgerà in aprile


Sono ben 13 i film (3 lungometraggi e 10 corti) in gara per conquistare la sesta edizione del premio "Catania Film Fest - Gold Elephant Worldrivolto ai giovani registi indipendenti e finalizzato a valorizzare il cinema europeo in lingua originale grazie a opere prime e film inediti in Sicilia

Il Festival, ideato da Cateno Piazza, si svolgerà dal 19 al 22 aprile nella multisala Lo Po di Catania.

Tre i film europei in concorso: “Il più grande sogno” di Michele Vannucci (Italia, 2016, 97’), tra autobiografia e dramma sociale, la storia vera di Mirko che da poco uscito dal carcere decide di riavviare la sua vita prendendosi cura del proprio quartiere alla periferia romana. Il cinema di Caligari e Pasolini riletto secondo lo sguardo fresco e vitale dell’esordiente Vannucci, con la strepitosa coppia Mirko Frezza e Alessandro Borghi; “La Loi de la jungle” di Antonin Peretjatko (Francia, 2016, 99’), delirante commedia tra demenziale e invenzioni satiriche che vede protagonista un funzionario dello stato francese in una folle missione burocratica nella giungla amazzonica per creare un improbabile centro sciistico. Ritmo impazzito, trovate comiche geniali, sferzate politiche e sensualità; “Walls” di Pablo Iraburu e Migueltxo Molina (2015, Spagna, 80'), pensato per il cinema e visivamente molto raffinato, affronta il tema dei molti muri che dividono sempre più spesso le aree avanzate del mondo dai vicini meno sviluppati. Con un focus sui muri fra USA/Messico, Sud Africa/Zimbabwe e Melilla/Marocco, il documentario segue le storie di persone che vivono a ridosso di quelle frontiere e ne mette a paragone sogni, ambizioni e umanità.

I cortometraggi in concorso: “Abu-Salim - Il prezzo della libertà” di Antonio Martino (Italia/Libia, 2017, 25’), “Pussy" (2016, Polonia, 8') di Renata Gąsiorowska, “Penalty” di Aldo Iuliano (Italia, 2016, 14’), “The Silence” di Farnoosh Samadi e Ali Asgari (Italia/Francia, 2016, 15’), “Adaptation” di Bartosz Kruhlik (Polonia, 2016, 25’), “Candie Boy” di Arianna Del Grosso (Italia, 2016, 9’), “Stella” di Massimiliano D’Epiro (Italia, 2017, 15’), “Ferruccio – Storia di un robottino” di Stefano De Felici (Italia, 2017, 7’), “M603” di Cristian Benaglio (Italia, 2016, 15’), “Radice di 9” di Daniele Barbiero (Italia, 2016, 20’). Gli incontri saranno moderati dal critico cinematografico Emanuele Rauco e dall’attore Enrico Sortino.

La precedente edizione è stata vinta da Asier Altuna con il film “Amama”, il film partecipato a cura di Antonietta De Lillo “Oggi insieme domani anche” e Nicola Sorcinelli con il corto “Helena”.

Il Festival promuove, inoltre, una nuova sezione “Catania Movie Marathon”, una maratona no stop di una giornata di incontri sociali e proiezioni per le famiglie e ragazzi, che nasce dal desiderio di riflessioni e aspirazioni sviluppate attorno al mondo del cinema per metterle in circolo come patrimonio comune. Attraverso il festival saranno raccolti fondi a favore dell’associazione Lad Onlus che garantisce il "Cure & Care" ai bambini con malattie gravi e croniche e alle loro famiglie. In accordo con la Lad Onlus, il Festival di Catania ha lanciato la sfida di un programma di sostenibilità a lungo termine, finalizzato all’allestimento di un piccolo giardino da realizzare e curare con alberi rustici e sempreverdi nella Wonderlad.

Il Catania Film Fest – Gold Elephant World è organizzato dall’Associazione Culturale “Alfiere Productions” in collaborazione con l’associazione Unieventi e con il patrocinio della Sensi Contemporanei, Agenzia per la Coesione Territoriale, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – MIBACT – Direzione Generale per il Cinema, Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo – Ufficio Speciale per il Cinema e l'Audiovisivo, Sicilia FilmCommission e Regione Siciliana, Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo.