AntropologiaArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Buon compleanno Rosa!

di Zammù TV (video) e redazione web

Il video integrale dell'emozionante concerto di Etta Scollo al Monastero dei Benedettini di Catania per "Porte aperte Unict 2017". Una festa per il 90° anniversario della nascita di Rosa Balistreri




Ecco il video integrale del live di Etta Scollo al Chiostro di ponente del Monastero dei Benedettini, in trio con Cathrin Pfeifer (fisarmonica) e Fabio Tricomi (plettri, percussioni e marranzano). Il concerto a ingresso gratuito - anteprima del Marranzano World Fest 2017 in programma a settembre, sempre ai Benedettini - è stato organizzato dall'Associazione Musicale Etnea per il calendario di eventi "Porte aperte Unict 2017". 

Una serata emozionante grazie alla generosità di un'artista che ha saputo raccogliere l'eredità di Rosa Balistreri e che in questa occasione ha riabbracciato la sua città, ricevendo in cambio l'affetto di un pubblico attento ed entusiasta. Un'emozione tangibile sin dalle prime note.
«Festeggiamo il compleanno di Rosa Balistreri, nata il 21 marzo, primo giorno di primavera, ma anche giorno dedicato alla lotta contro tutte le mafie - esordisce Etta Scollo -, per questo ho voluto iniziare con questi brani: una poesia di Ignazio Buttitta, due canti del carcere e un canto di "spartenza"». "ROSA!" è infatti un concerto-omaggio a Rosa Balistreri nel 90° anniversario della nascita della più conosciuta folk singer siciliana, il "trovatore" al femminile della tradizione musicale popolare siciliana, scomparsa nel 1990 dopo una vita intensa e controversa, perfettamente rispecchiata nella forza espressiva delle sue canzoni.

Una forza espressiva senz'altro ereditata da Etta Scollo che, come si vede in video, si esibisce in una selezione di suoi brani, introducendoli con episodi della vita della "cantatrice", tra cui "Intra viddi e vaddi" (Canto d'amore), "Cu ti lu dissi", "A Curuna" (La corona), "I pirati a Palermu" (testo di Ignazio Buttitta), "Olì olì olà", "Lu muccaturi" (Il fazzoletto), "Storia per la morte di Lorenzo Panepinto", "Cantu e cuntu", "Quannu moru", "Signuruzzu chiuviti chiuviti", "Abballati abballati".