AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

FameLab 2018, aspettando la finale nazionale

di Zammù TV (video) e redazione web

In attesa di sapere come andrà la finale di Roma del 20 aprile, alla quale partecipano Carlo Castruccio Castracani, Ivana Di Bari e Nunzio Tuccitto, rivediamo i giovani ricercatori che hanno partecipato alla selezione di Catania

In attesa della finale di FameLab Italia 2018, rivediamo i giovani ricercatori che hanno partecipato alle selezioni di Catania.

Dopo la proclamazione dei vincitori ex aequo - Carlo Castruccio Castracani e Nunzio Tuccitto - anche Ivana Di Bari (3^ classificata) è stata ripescata per partecipare alla masterclass di Perugia e alla finale in programma venerdì 20 aprile all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Carlo Castruccio Castracani, dottorando in Neuroscienze all’Università di Catania, si occupa di oncologia molecolare e studia il ruolo di particolari enzimi coinvolti nella crescita del tumore. Nella sua presentazione - "Basta un poco di zucchero" - parla della produzione e trasformazione di energia a livello cellulare.

Ivana Di Bari, dottoranda in Scienze chimiche all'Università di Catania, si occupa di fotochimica e drug delivery. Nel suo talk presenta alcune possibili innovazioni in campo nanomedicale.

Nunzio Tuccitto, ricercatore in Chimica fisica all’Università di Catania, studia la comunicazione molecolare e si occupa in particolare di progettare messaggeri molecolari. Nella sua presentazione parla del rapporto tra la simmetria e le proprietà delle molecole dei materiali, citando come emblematico l’esempio del diamante e del carbone.

Aurore Fraix, ricercatrice di Chimica:

Enrico La Spina, studente di Biologia molecolare:

Giulio Pistorio, studente del liceo scientifico Boggio Lera:

Giuseppe Russo, studente di Fisica:

Claudia Stracquadanio, dottoranda in Scienze agrarie:

Debora Santonocito, dottoranda in Scienze chimiche:

Veronica Zingales, laureata in Biologia sanitaria: