AntropologiaArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

A lezione nel cantiere della metropolitana

di Zammù TV (video)

Gli studenti di Meccanica e dinamica delle terre, accompagnati dall'ing. Salvatore Burgio (Cmc Ravenna) e dalla professoressa Maria Rossella Massimino, hanno potuto approfondire sul campo gli aspetti strutturali e geotecnici dell'opera




Gli studenti di Meccanica e Dinamica delle terre del corso di laurea magistrale in Ingegneria civile strutturale e geotecnica dell'Università di Catania (dipartimento di Ingegneria civile e Architettura) in visita al cantiere della Metropolitana di Catania, dove hanno approfondito le diverse fasi di realizzazione delle gallerie del tratto Nesima-Misterbianco in via di costruzione da parte della CMC Ravenna.

Ad illustrare gli aspetti strutturali e geotecnici dell'opera sono in video l'ing. Salvatore Burgio della Cmc Ravenna, che ha illustrato agli studenti l'opera nel complesso (che sarà pronta tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018) e le tecniche di costruzione. Ad accompagnare gli studenti è la prof.ssa Maria Rossella Massimino, docente di Meccanica e dinamica delle terre all'Università di Catania.

«La Cmc Ravenna - spiega Burgio - sta realizzando il tratto di 1.780 metri della Metropolitana di Catania tra Nesima e Misterbianco che prevede anche la costruzione di due stazioni, quelle di Monte Po e Fontana (quest'ultima davanti all'ospedale Garibaldi-Nesima)».

«Il rapporto tra mondo del lavoro, della didattica e della ricerca - aggiunge Massimino - è fondamentale. Le attività didattiche sul campo consentono non solo di avvicinare gli studenti al mondo del lavoro, ma anche di mostrare loro tutte le fasi di realizzazione di una galleria metropolitana e permettono di valutare gli aspetti geotecnici e tutte le tematiche afferenti al percorso di studi».