AntropologiaArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Catania Jazz, talenti "doc" per veri appassionati

di Zammù TV (video), Laura Rondinella e Mauro Gemma

Il direttore artistico Pompeo Benincasa presenta la trentacinquesima edizione della stagione concertistica




Pompeo Benincasa è il fondatore e direttore artistico di Catania Jazz, una rassegna musicale, giunta alla trentacinquesima edizione, che - nonostante la solitudine politica e istituzionale - propone da anni un programma dal respiro internazionale, infarcito di talenti e risorse artistiche e che può contare su oltre 700 fedelissimi abbonati.

La nuova stagione concertistica è arricchita dal contributo di artisti dal Brasile (Badi Assad), dai Paesi Bassi (Ben van Gelder), dal Portogallo (Carmen Souza), dalla Germania (Marialy Pacheco) e ovviamente anche dall'Italia (Kekko Fornarelli, Paolo Angeli), con la partecipazione straordinaria di Tonina Saputo, musicista statunitense, con origini siciliane e africane.

Ai microfoni de L'Elzeviro, Benincasa illustra i dettagli del cartellone 2018 e racconta del suo contrastato rapporto con quelle istituzioni che dovrebbero agevolare la musica e la cultura, in particolare per cercare di fare appassionare le nuove generazioni al jazz.

Leggi l'articolo su MeridioNews


Vedi anche