AntropologiaArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

La Scienza a portata di mano

Grande successo di pubblico per l'edizione 2016 della Notte europea dei ricercatori: esperimenti, giochi, attrazioni, musica e curiosità per far conoscere ai visitatori le attività e i progetti dell’Infn e di altri enti di ricerca catanesi. Inaugurata anche la mostra sulla storia e sulle attività dei ricercatori etnei del Cern


Eventi, mostre, attrazioni, curiosità e concerti anche in questa edizione della Notte europea dei Ricercatori, una manifestazione organizzata ogni anno con il patrocinio dell'Unione europea per far conoscere al grande pubblico l'attività quotidiana dei ricercatori e i loro avveniristici progetti. Quest'anno il filo conduttore prescelto a livello nazionale è stato il tema “Made in Science”, per sottolineare la qualità e l’importanza della ricerca italiana per lo sviluppo della società.

A Catania la 'Notte dei ricercatori' si è tenuta il 30 settembre in tre location diverse: i Laboratori nazionali del Sud dell'Istituto nazionale di Fisica nucleare, la sede centrale dell'Ateneo e il Porto della città, anche per far risaltare come il mare possa rappresentare un grande laboratorio naturale. 

Ai microfoni di ZammuTv il professor Giacomo Cuttone, direttore dei Lns, spiega i tanti significati della manifestazione che si è svolta in contemporanea in quasi 300 città del Vecchio Continente, con eventi cofinanziati nel quadro delle azioni Marie Sklodowska-Curie del programma di sviluppo della ricerca europea “Horizon 2020”.

Nell'ambito della Notte dei ricercatori è stata inaugurata la mostra "CERN sotto il Vulcano" organizzata da Centro Siciliano di Fisica nucleare e struttura della materia e ospitata fino al 10 ottobre nel chiostro del Palazzo centrale dell'Università di Catania.

Nel video l'intervista alla prof.ssa Alessia Tricomi, direttore del Centro, che spiega i contenuti della "mostra-evento" sulla storia del Cern e sulle attività dei ricercatori catanesi che lavorano per la struttura di ricerca nucleare.