AntropologiaArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Laura Rondinella miglior speaker universitaria d'Italia

di Renata Giordano e Gabriele Baglio

La giovane speaker di Radio Zammù si è aggiudicata, battendo ben 22 avversari, il premio come miglior voce al Festival delle Radio Universitarie, che, giunto all'undicesima edizione, si è svolto a Verona dal 18 al 21 maggio.

Ecco la sua intervista esclusiva per la redazione di Radio Zammù


A Verona, il 19 maggio, il cielo ha acquisito una sfumatura rossoazzurra: la nostra Laura Rondinella ha conquistato il titolo più ambito tra gli speakers universitari, diventando la miglior voce dell’undicesima edizione del Festival della Radio Universitarie.
Superate le prime selezioni, cui hanno partecipato 23 giovani speakers provenienti da tutte le radio universitarie, il primo cittadino della Città invisibile, il format radiofonico che conduce Laura Rondinella ogni martedì dalle 13 alle 14 su Radio Zammù, giunge allo Sporting Club Verona, dove si è disputata la finalissima. È stata un’intervista ad assegnarle il premio finale: l’ultima di una serie di prove che ha portato la giovane speaker a battere l’avversaria Giovanna Delvino, speaker di Radio Frequenza Libera, la radio del Politecnico di Bari, e seconda miglior voce d’Italia. La vittoria al FRU Talent consentirà alla giovane promessa catanese di partecipare alle iniziative e alle campagne promozionali dell’associazione RadUni, organizzatrice del festival, di cui sarà testimonial per tutto il prossimo anno.
Nonostante i dubbi iniziali sulla sua partecipazione al talent, vista l’esperienza dell’anno precedente che comunque l’aveva vista salire sul podio, ma al gradino più basso, la voglia di riscommettere su se stessa e di rimettersi in gioco è prevalsa.
«Questa occasione era un modo per crescere, professionalmente e personalmente». Un piccolo riscatto personale, insomma, non solo verso sé stessa, ma anche per tutti coloro che hanno creduto in lei.
Ancora incredula, infatti, la giovane studentessa del corso magistrale di Filologia moderna dell'Università di Catania, non fa che ringraziare tutti coloro che le sono stati vicino e che l’hanno sostenuta. A pochi giorni dal premio si percepisce ancora una forte emozione dalla sua voce, quella stessa emozione che non ha impedito alla giuria del talent di valutarla la migliore in improvvisazione, commento, tecnica radiofonica e conduzione giornalistica. Non si adagia sugli allori però, la giovane speaker, che considera la vittoria al FRU come un punto di partenza e non d’arrivo: uno stimolo che possa spronarla a migliorarsi, dentro e fuori la radio, che considera una delle esperienze più belle del suo percorso universitario.
«Il mio obiettivo - afferma, infatti, la giovane vincitrice - è migliorare, continuare a fare tanta radio e continuare a farla con Radio Zammù»

22 maggio 2017
00:13:31