ArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Monastero Junior, i Benedettini visti dai bambini

di Dario Grasso

Un'app fruibile tramite tablet progettata dagli alunni dell'Istituto Coppola che consente di orientarsi nel Monastero dei Benedettini di Catania e realizzata dall'associazione Officine Culturali grazie alla collaborazione di Micron Foundation e del dipartimento di Matematica e Informatica di Unict




Ecco i risultati della prima fase del progetto "MonasteroJunior" realizzato dall'associazione Officine Culturali in collaborazione con l'Istituto comprensivo "Coppola" di Catania, il dipartimento di Scienze umanistiche dell'UniversitÓ di Catania e con il supporto della Micron Foundation e del dipartimento di Matematica e Informatica di Unict.

"MonasteroJunior" mira ad elaborare una mappa multimediale interattiva, fruibile tramite tablet, per consentire l'orientamento spaziale e narrativo nel Monastero dei Benedettini di San Nicol˛ l'Arena, attuale sede del dipartimento di Scienze Umanistiche dell'UniversitÓ di Catania. Protagonisti del progetto sono i ragazzi dell'Istituto Coppola, che hanno disegnato gli elementi spaziali dell'app e sono ora coinvolti nel processo di ricerca e creazione di contenuti. Al termine del progetto, l'app sarÓ scaricabile gratuitamente e utilizzabile da tutti i visitatori del Monastero.

In occasione della presentazione sono stati gli stessi studenti a condurre i propri compagni alla scoperta del Monastero utilizzando l'app tramite tablet, e condividendo con ragazzi della loro etÓ o di poco pi¨ giovani le conoscenze apprese durante il progetto.

Oltre al dirigente scolastico dell'Istituto Coppola Salvatore Distefano e a uno dei giovani "progettisti", a spiegare a Zamm¨ TV di cosa si tratta sono Patricia Vinci (responsabile dei servizi educativi di Officine Culturali), Manuela Seminara (Academic and Institutional Relations Manager, Micron Foundation) e Marco Moltisanti (dipartimento di Matematica e Informatica, UniversitÓ di Catania).