AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Noa canta Rosa Balistreri: "Terra ca nun senti"

di Zammù TV (video) e Irene Alì (redazione web)

Vi presentiamo in anteprima il brano che la cantante israeliana ha eseguito per la prima volta al Teatro Massimo Bellini di Catania con Gil Dor in occasione del concerto sinfonico "Noa Classic": «Questo brano commuove il mio cuore profondamente»




È con il brano "Terra ca nun senti" di Alberto Piazza e interpretato da Rosa Balistreri che Noa ha aperto il concerto "Noa Classic" al Teatro Massimo Bellini di Catania, in cui si è esibita con l'Orchestra sinfonica diretta dal maestro Domenico Sanfilippo, con lei alla chitarra il suo direttore musicale di Gil Dor.

Il brano, che Rosa Balistreri ha inciso per Cetra Folk nel 1973, è stato eseguito per la prima volta da Noa proprio a Catania: «Lo faccio con il cuore tremante - ha esordito emozionata - perché la Sicilia e la sua gente sono così importanti per me. Voi siete stati parte della mia vita per quasi 24 anni».

«Questo brano - ha aggiunto - commuove il mio cuore profondamente. Leggendo il testo posso facilmente immaginare questa canzone cantata dalla gente della mia terra. Una terra che manterrà la sua promessa verso di noi solamente quando noi manterremo la nostra promessa verso di lei e le porteremo il dono della pace».

Ecco le parole del bellissimo brano scritto da Alberto Piazza, che ha composto anche la musica:

Malidittu ddu mumentu / ca graprivu l’occhi nterra / nta stu nfernu.
Sti vint’anni di turmentu / cu lu cori sempri nguerra / notti e jornu.

Terra ca nun senti / ca nun voi capiri / ca nun dici nenti / vidennumi muriri!
Terra ca nun teni / cu voli partiri / e nenti cci duni / pi falli turnari.

E chianci chia… Ninna oh!

Malidittu… tutti st’anni / cu lu cori sempri nguerra / notti e jornu.
Malidittu cu t’inganna / prumittennuti la luci / e a fratillanza.

Le riprese sono state effettuate da Zammù TV al Teatro Massimo Bellini di Catania in occasione dell'esibizione di martedì 5 aprile 2016. Il giorno prima del concerto, la cantante israeliana aveva incontrato gli studenti dell'Università di Catania, qui il video integrale:


Vedi anche