AntropologiaArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Pediatria, focus sulle vaccinazioni nella prima infanzia

di Zammù TV (video) e redazione web

Copertura vaccinale in Sicilia, epidemiologia delle malattie prevenibili, evoluzione tecnologica: tre video per fare il punto su aspetti storici e futuri, realizzati al convegno dell'associazione Paidos. Tra gli ospiti anche il genetista Andrew Wilkie e Lorenzo Genitori dell'ospedale Meyer di Firenze




Si è parlato sia di malformazioni del cranio e del volto sia di vaccinazioni in occasione del convegno di Pediatria "Il bambino tra passato e futuro" organizzato dall’Associazione Culturale Pediatri "Paidos" di Catania al Monastero dei Benedettini.

Nei video di Zammù TV, è possibile rivedere gli interventi di tre dei relatori intervenuti nel corso della sessione dedicata ad aspetti storici, moderni e futuri delle vaccinazioni.

In particolare, il dott. Mario Cuccia del Servizio di Epidemiologia e Prevenzione dell'Asp di Catania illustra in video l'attuale situazione vaccinale siciliana, le caratteristiche dell'offerta vaccinale e lo stato dell'attuale copertura, «non sempre equilibrata nelle varie province isolane», spiega.

Nel secondo video, la prof.ssa Elisabetta Franco, ordinario di Igiene al Dipartimento di Biomedicina e prevenzione dell'Università "Tor Vergata" di Roma, si sofferma sugli aspetti storici relativi alle modifiche epidemiologiche che le vaccinazioni hanno comportato.

Ad analizzare i percorsi che hanno caratterizzato l'evoluzione tecnologica di vecchi e nuovi vaccini è il prof. Giancarlo Icardi, ordinario di Igiene al Dipartimento di Scienze della Salute dell'Università di Genova (UO Igiene, Policlinico San Martino - IRCCS Genova).

Oltre ai vaccini, il convegno ha dedicato una sessione di lavori - presieduta dal prof. Lorenzo Pavone - alle craniostenosi, con l'intervento del prof. Andrew Wilkie, considerato tra i più grandi esperti mondiali di genetica, i cui recenti studi si sono produttivamente incentrati sui correlati genetici delle craniostenosi. Dopo una breve presentazione a cura del presidente di Paidos, dott. Alberto Fischer, il prof. Martino Ruggieri ha introdotto l'intervento del prof. Andrew Wilkie. Docente alla Oxford University e responsabile del Gruppo di Genetica Clinica al Weatherall Institute of Molecular Medicine, Wilkie ha illustrato le implicazioni genetiche di recente identificazione che stanno alla base della precoce saldatura delle suture del cranio e che hanno nella Sindrome di Apert, la più classica delle manifestazioni fenotipiche. 

Tra gli ospiti anche il prof. Lorenzo Genitori, direttore della NCHI Pediatrica del Meyer di Firenze che ha messo in evidenza le più recenti tecniche di neurochirurgia utilizzate nella correzione delle anomalie strutturali del cranio, tecniche che oggi sono sempre meno invasive, facendo ricorso ad espansori riassorbentisi nel tempo.

A concludere la giornata, la relazione del dott. Emilio Lomeo, dirigente medico della UOC di Ostetricia dell’AO Cannizzaro di Catania, e del prof. Aldo Calogero della UOC di Urologia/Andrologia dell’Università di Catania, con un'attenta disamina sul recente vaccino contro l’HPV9.