AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Prospettive - film che raccontano le città

di Alfio Russo

Dal 4 al 7 ottobre nel quartiere di San Berillo a Catania la prima edizione della rassegna cinematografica realizzata da "Trame di quartiere". Al suo interno il concorso  Iscrizioni aperte fino al 20 settembre


Alla ricerca di storie stimolanti su Catania. È il nuovo progetto di "Trame di quartiere" che ha lanciato un concorso per cortometraggi aperto a tutti, professionisti e non, all'interno della prima edizione della rassegna cinematografica "Prospettive - film che raccontano le città" che si terrà dal 4 al 7 ottobre nel quartiere di San Berillo a Catania. 

Il nuovo progetto di Trame di Quartiere è risultato vincitore del bando "Cineperiferie" promosso dal MiBAC, Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane e Direzione Generale Cinema, classificandosi al quarto posto a livello nazionale. Curano la direzione artistica Maria Arena e la direzione organizzativa Massimo Finistrella.

Trame di Quartiere da sempre ha promosso l’utilizzo del linguaggio , per questo motivo all'interno della rassegna è indetto un concorso per cortometraggi aperto a tutti, professionisti e non.

La partecipazione al concorso, finalizzato alla promozione del linguaggio audiovisivo come strumento di indagine del reale, è gratuita ed è possibile partecipare scaricando la scheda di iscrizione dal sito e inviare il materiale richiesto entro e non oltre il 20 settembre

I corti proposti dovranno avere per tema il racconto di luoghi ai margini, spazi abbandonati nelle nostre città o storie di persone che vivono condizioni di svantaggio sociale. I corti dovranno stimolare uno sguardo positivo e attivo sul territorio e quindi proporre lo stravolgimento delle consuete "prospettive" stereotipate sui luoghi e/o sulle persone e proporre nuove "prospettive" con cui guardare e apprezzare le situazioni narrate. I corti finalisti saranno proiettati durante la serata conclusiva della rassegna, il pubblico decreterà il primo classificato a cui sarà attribuito un premio di duecento euro e un'opera artigianale prodotta a San Berillo.

Il programma dettagliato con i nomi degli ospiti della manifestazione e i titoli dei film sarà reso noto agli inizi di settembre.