AntropologiaArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

"Sicilia. Amore infinito": epopea della corsa rosa sull'Isola

di Alfio Russo

È visitabile fino 31 luglio, al Palazzo Centrale dell'Università di Catania, la mostra sulle tappe siciliane del Giro d’Italia

Riscoprire 100 anni di storia della corsa più amata dagli italiani, e in particolar modo le tappe siciliane, grazie a un viaggio emozionante realizzato con video, maglie storiche e articoli di stampa.

“Sicilia. Amore infinito”, la mostra del Giro d’Italia allestita alla Biblioteca Regionale Universitaria (Palazzo Centrale dell’Università di Catania, piazza Università 2), è tutto questo e non solo: una sorta di prologo alle due tappe siciliane dell’edizione di quest’anno (Cefalù-Etna e Pedara-Messina) ma anche l’occasione per tuffarsi a capofitto nell’epopea della corsa rosa.

E così il visitatore può riscoprire grazie alle pagine “storiche”, come quella dell’Almanacco Sicilia del 1910 e dei periodici siciliani, alcune tappe siciliane del Giro in un percorso che coniuga costume e storie, rimonte e scalate, imprese epiche e trionfi, del ciclismo d’antan e di quello contemporaneo. E ancora le maglie rosa autografate di Renzo Zanazzi (1947), Ryder Hesjedal (2002), Tony Rominger (1995), Filippo Casagrande (2000) e Alberto Contador (2008) e quelle di classifica del giro di quest’anno. Un viaggio che prosegue con le foto delle prime tappe della corsa rosa in Sicilia, il video emozionale dell’edizione 2017 e gli articoli dei quotidiani sportivi e non (locali e nazionali) sulle imprese di Michele Mara (1932), del catanese Mario Fazio (1949), Fausto Coppi (anni ’50) e a quelle più recenti di Alberto Contador.

La mostra, ad ingresso libero, dedicata al giornalista etneo Candido Cannavò, sarà aperta al pubblico, secondo gli orari osservati dalla Biblioteca Regionale Universitaria, sino al 31 luglio 2017. “Sicilia. Amore infinito” è promossa dagli assessorati regionali al Turismo e dei Beni Culturali, da Rai, Rcs, Università degli Studi di Catania ed è realizzata da Beni Culturali srl.

L’esposizione si sviluppa su due livelli. Al piano terra del Palazzo centrale dell’Università è stata realizzata una sala multimediale con un grande schermo per la fruizione del filmato emozionale sul centenario del giro, che si immerge nel passato di questo nobile sport. Al primo piano, lungo il portico coperto, è stata allestita la mostra fotografica che prosegue all’interno della sala lettura dove è inoltre possibile ammirare le maglie storiche e le maglie di classifica 2017; nella stessa sala sono presenti le otto teche contenenti circa 60 pagine di periodici siciliani sulle tappe siciliane del Giro.

L’offerta dell’esposizione è completata da 7 totem multimediali, ciascuno caratterizzato da un diverso tema: gli articoli sulle tappe siciliane del ciclismo moderno edizioni (2003, 2008, 2011) della Gazzetta dello Sport; le edizioni dei giornali regionali messi a disposizione dalla Biblioteca Regionale Universitaria (114 pagine); gli estratti degli scritti di Candido Cannavò; i filmati emozionali del Giro del centenario 2017 ( due postazioni); i filmati storici e una galleria di immagini sulle edizioni storiche del giro.