AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Solidarietà. Chiara Saraceno legge l’art. 2 della Costituzione

«La solidarietà non è ciò che si fa ex abundantiam cordis, ma quello che tiene insieme la società e che garantisce i diritti




Un estratto della seconda tappa de "Il viaggio della Costituzione", promosso dalla Presidenza del Consiglio in collaborazione con l’editore Laterza. Dodici tappe in altrettante città italiane per illustrare nel corso di ciascun incontro uno dei primi 12 articoli della carta di fondazione della Repubblica. 

«La solidarietà non dipende dall’altruismo, perché l’altruismo e la caritatevolezza sono casuali e non garantiscono diritti». Ha esordito così la sociologa Chiara Saraceno, a lungo titolare della cattedra di Sociologia della famiglia all’Università di Torino, ma di casa anche al Wissenschaftszentrum für Sozialforschung di Berlino.

Al centro del suo intervento ci sono i problemi cui sono sottoposti oggi i sistemi di welfare, in Italia come in tutta Europa. «L’articolo fondativo della Costituzione - prosegue - è anche quello più sottoposto a tensioni, non solo perché non realizzato, ma a tensione positiva derivante dal mutato contesto in cui la solidarietà dovrebbe realizzarsi».

L'appuntamento catanese con “ll viaggio della Costituzione” è stato ospitato nella Sala Bellini del Comune di Catania, alla presenza del sindaco Enzo Bianco. Oltre che da Chiara Saraceno, l’art. 2 è stato esaminato sul piano storico-giuridico dalla costituzionalista Lorenza Carlassare.
La registrazione completa del dialogo tra le due studiose, a cura di Rai Tre, verrà proposta sul sito dell’editore Laterza.