AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Centro Zo, a febbraio workshop con il coreografo slovacco Jaro Viňarský

Il tema di “This very moment” è la pratica delle “Quattro posture” (disteso, seduto, in piedi e in cammino), una semplice sequenza di posizioni, alla base della sua riflessione sul linguaggio del corpo. Iscrizioni sino al 30 gennaio


Nuovo appuntamento con le residenze di creazione della rassegna di teatro contemporaneo "Altrescene", da Zo Centro Culture Contemporanee di Catania.

Il 3 e 4 febbraio il Centro Zo ospita il workshop “This very moment”, tenuto dal grande coreografo slovacco Jaro Viňarský. Due giorni intensivi di workshop aperto al pubblico, il cui tema è la pratica delle “Quattro Posture”: disteso, seduto, in piedi e in cammino. Questa semplice sequenza di posizioni è connessa con lo sviluppo umano ed è uno strumento per lavorare col corpo, il movimento e lo spazio. È anche uno strumento di riflessione del linguaggio del corpo, che guida la creazione della danza, che è la danza stessa.

Le iscrizioni sono ancora aperte. Il gruppo dei partecipanti verrà selezionato tramite curriculum da inviare entro il 30 gennaio 2018 a organizzazione@zoculture.it. Il costo di partecipazione è di 80 euro.

Chi è Jaro Viňarský

Jaro Viňarský nasce nel 1978 in Slovacchia. Studia Coreografia del Balletto all’Accademia delle Arti Performative a Bratislava, in Slovacchia e Coreografia nell’Accademia delle Arti Performative a Praga, in Repubblica Ceca. Dal 1998 collabora con danzatori, performer e coreografi del panorama nazionale slovacco ma anche con artisti internazionali (Grotowski Institute in Polonia). Tiene workshop di danza soprattutto a non professionisti.

Jaro ha ricevuto numerosi premi tra cui il "Jarmila Jenábková Award" a Praga nel 2001, nel 2003 il "Sorton e Tea Never Brewed". Nel 2004 ha ricevuto anche il riconoscimento del Pubblico nella Czech Dance Platform e il premio Sazka for “Discovery in Dance” nel 2006, entrambi per il suo “The Last Step Before”. Nel 2011 ha fondato l’organizzazione no-profit SKOK! che promuove lo sviluppo della danza contemporanea e del teatro fisico in Slovacchia.

I temi del suo lavoro indagano il rapporto tra la danza e lo spazio, la danza e le sue dinamiche, la forma e il contenuto del movimento, la danza e il circo nella performance, le tecniche Alexander e Feldenkrais, il movimento e la voce, la composizione Merce Cunningham, improvvisazione e composizione, e il light design nelle performance di danza. Nei suoi ultimi due lavori esplora l’identità del corpo umano: nel 2012 la performance fisica ANIMALINSIDE, esplora la raffigurazione del corpo nella storia del genere umano, nel 2013, la performance XIRA, riflette sulla dinamica tra la coscienza intima e privata e quella esterna ed espansiva. Nel 2013 Jaro ha ricevuto il Bessies 2013, il New York Dance and Performance Awards al MaMa Moves! Dance Festival.