AntropologiaArcheologiaArte e beni culturali
Astronomia
BiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

Teatro Machiavelli, iscrizioni aperte al laboratorio performativo "La Sicilia e la Grande Guerra"

L'iniziativa formativa, bandita dal dipartimento di Scienze politiche e sociali, è aperta a 20 giovani e 5 uditori tra i 18 e i 35 anni. Candidature entro il 16 febbraio 2018


Il dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Catania, in collaborazione con il Teatro Machiavelli di Palazzo Sangiuliano, indice un bando di selezione per la partecipazione al laboratorio performativo multidisciplinare dal titolo "La Sicilia e la Grande Guerra", finalizzato all’allestimento di uno spettacolo previsto per il mese di aprile 2018.

Il bando è rivolto a 20 partecipanti e 5 uditori, dai 18 ai 35 anni, che desiderano confrontarsi con le proprie abilità nell’ambito delle arti sceniche. Il percorso di creazione prevede la selezione di aspiranti performer nell’ambito del teatro, della musica, della danza e del canto. I candidati verranno selezionati in base alle loro competenze (inclusi mansioni e ruoli tecnici a supporto dell’allestimento) e alle motivazioni che li spingono a partecipare al progetto.

L’iniziativa è istituita in occasione del centenario del primo grande conflitto mondiale. Il tema principale del laboratorio performativo è il coinvolgimento storico della Sicilia all’interno della Grande Guerra. Il laboratorio trae spunto dal materiale fornito dagli storici del dipartimento di Scienze politiche e sociali: testi narrativi, saggi, documenti, lettere.

Per accedere al laboratorio tutti i candidati (compresi gli uditori) devono inviare il proprio CV all'indirizzo email info@ingressolibero.eu entro il 16 febbraio 2018.

Il bando

La Sicilia e la Grande Guerra