AntropologiaArcheologiaArte e beni culturaliBiotechChimicaComunicazioneDirittoEconomiaFilologiaFilosofiaFisicaInformaticaIngegneria / ArchitetturaLatinoLetteraturaLinguisticaManagementMatematicaMusicologiaPedagogiaPsicologiaScienze agrarieScienze ambientaliScienze biologicheScienze del farmacoScienze della terraScienze medicheScienze naturaliScienze politiche e socialiStoria

L'azione esterna dell'UE e le crisi ai confini meridionali

La prof.ssa Stefania Panebianco, titolare della Cattedra Jean Monnet EUMedEA di ateneo, tiene una lezione sull'approccio dell'UE per affrontare la crisi migratoria nel Mediterraneo




La prof.ssa Stefania Panebianco (EUMedEA Jean Monnet Chair, Università di Catania) tiene una lezione su "L'approccio dell'UE per affrontare la crisi migratoria nel Mediterraneo" all'interno dell'elective course "L'azione esterna dell'UE ai confini meridionali dell'UE", insegnamento della Cattedra Jean Monnet EUMedEA di ateneo.

Questa lezione online identifica e contrappone due diversi approcci, quello di sicurezza e quello umanitario, sottolineando le incongruenze dell'approccio UE, spesso ostaggio di interessi divergenti degli stati membri. Le strategie identificate dalle istituzioni comunitarie non sempre rispondono alla stessa logica e determinano, inevitabilmente, una risposta alla crisi migratoria debole e poco efficace.